Les Ennemies de la Mafia

Un documento eccezionale che contiene una lunga intervista della giornalista francese Marcelle Padovani, specialista della vita politica italiana, al giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia nell’attentato di Capaci del 23 maggio 1992.

Un documento eccezionale che contiene una lunga intervista della giornalista francese Marcelle Padovani, specialista della vita politica italiana, al giudice Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia nell’attentato di Capaci del 23 maggio 1992.

Las Locuras del Extraterrestre

Sfidando i poliziotti che li sospettano di rapimento, due campioni di wrestling si prendono cura di un bambino timido ed introverso, che ha difficoltà ad esprimersi e paura degli adulti, fuggito dalla troppo severa e collerica zia. In aiuto del ragazzino e dei due “padri adottivi” interviene casualmente anche “Glut”, una piccola creatura extraterrestre simile nell’aspetto ad un pupazzo di pelouche, venuta sulla Terra da una lontana galassia. Il bambino prova istintiva amicizia per lo strano extraterrestre che sa comunicare con lui e farlo sorridere, e al termine dell’avventura scoprirà di avere conquistato fiducia in se stesso e gioia di vivere. Commedia fantascientifica scritta per il pubblico dei giovanissimi argentini che hanno amato E.T. e la serie televisiva “Alf”. Per gli spettatori più grandicelli c’è il richiamo al filone dei “super-eroi” della lotta libera e la partecipazione di popolari star della musica leggera. Il film è diretto da Carlos Galettini, regista anche di La aventura de los paraguas asesinos del 1979.

Sfidando i poliziotti che li sospettano di rapimento, due campioni di wrestling si prendono cura di un bambino timido ed introverso, che ha difficoltà ad esprimersi e paura degli adulti, fuggito dalla troppo severa e collerica zia. In aiuto del ragazzino e dei due “padri adottivi” interviene casualmente anche “Glut”, una piccola creatura extraterrestre simile nell’aspetto ad un pupazzo di pelouche, venuta sulla Terra da una lontana galassia. Il bambino prova istintiva amicizia per lo strano extraterrestre che sa comunicare con lui e farlo sorridere, e al termine dell’avventura scoprirà di avere conquistato fiducia in se stesso e gioia di vivere. Commedia fantascientifica scritta per il pubblico dei giovanissimi argentini che hanno amato E.T. e la serie televisiva “Alf”. Per gli spettatori più grandicelli c’è il richiamo al filone dei “super-eroi” della lotta libera e la partecipazione di popolari star della musica leggera. Il film è diretto da Carlos Galettini, regista anche di La aventura de los paraguas asesinos del 1979.

Blood Relations

Tornato nella antica dimora di famiglia, Thomas Wells progetta insieme con la fidanzata Marie (Lydie Denier: Red Blooded American Girl, Project VIPER, Earthquake) di eliminare suo padre Andreas (Jan Rubes: Murder in Space, Deadly Harvest, The Birds II: Land’s End) per ereditare il patrimonio del nonno morente. Andreas, un famoso neurochirurgo, sembra non sospettare nulla ed accoglie con i dovuti riguardi il figlio e la ragazza che gli ricorda in modo impressionante la compianta moglie, morta in un incidente stradale. Marie è presto turbata da una sensazione di profondo disagio, ma Thomas, interamente preso dai propositi delittuosi, non presta molta attenzione alle sue impressioni. Da parte sua, Andreas, lungi dal cadere nel tranello tesogli dai due amanti, persegue un proprio disegno diabolico: Marie gli appare il soggetto ideale per tentare un trapianto di cervello che restituisca la vita alla moglie che non è affatto morta, ma sopravvive in stato catatonico nel laboratorio segreto. Thriller orrorifico diretto da Greame Campbell (regista anche di Dream House ed attore in Watchers) accostabile in più situazioni alla fantamedicina sui trapianti di cervello e sugli scienziati pazzi. La vicenda, permeata di atmosfere sufficientemente sinistre, è condita di erotismo e violenza e gli interpreti si mettono d’impegno per apparire cinici e sgradevoli come richiedono i loro personaggi.

Tornato nella antica dimora di famiglia, Thomas Wells progetta insieme con la fidanzata Marie (Lydie Denier: Red Blooded American Girl, Project VIPER, Earthquake) di eliminare suo padre Andreas (Jan Rubes: Murder in Space, Deadly Harvest, The Birds II: Land’s End) per ereditare il patrimonio del nonno morente. Andreas, un famoso neurochirurgo, sembra non sospettare nulla ed accoglie con i dovuti riguardi il figlio e la ragazza che gli ricorda in modo impressionante la compianta moglie, morta in un incidente stradale. Marie è presto turbata da una sensazione di profondo disagio, ma Thomas, interamente preso dai propositi delittuosi, non presta molta attenzione alle sue impressioni. Da parte sua, Andreas, lungi dal cadere nel tranello tesogli dai due amanti, persegue un proprio disegno diabolico: Marie gli appare il soggetto ideale per tentare un trapianto di cervello che restituisca la vita alla moglie che non è affatto morta, ma sopravvive in stato catatonico nel laboratorio segreto. Thriller orrorifico diretto da Greame Campbell (regista anche di Dream House ed attore in Watchers) accostabile in più situazioni alla fantamedicina sui trapianti di cervello e sugli scienziati pazzi. La vicenda, permeata di atmosfere sufficientemente sinistre, è condita di erotismo e violenza e gli interpreti si mettono d’impegno per apparire cinici e sgradevoli come richiedono i loro personaggi.

Zärtliche Chaoten II

Nel 2038, Frank (Thomas Gottschalk) e Xaver (Helmut Fischer), due frustrati impiegati dell’ufficio brevetti, sperimentano di nascosto il prototipo di una macchina del tempo parcheggiata in laboratorio da un inventore e, non potendo evitare che il guardiano notturno Ronny (Michael Winslow) si unisca al loro viaggio, partono a ritroso nel passato, fino all’estate del 1988, atterrando nelle isole Canarie, allo scopo di impedire che venga concepito il dottor Kneitz, l’arrogante e odiatissimo capoufficio. Convinti che la bella Sandy (Deborah Shelton: Blood Tide, Nemesis, Circuitry Man II: Plughead Rewired) sia la ragazza destinata a diventare madre di Kneitz, i due escogitano mille diavolerie per sbarazzarsi dei suoi numerosi corteggiatori (tra i quali c’è anche il palestrato David Hasselhoff: Baywatch), ma si accorgono troppo tardi di aver sbagliato persona e di non aver sorvegliato abbastanza l’intraprendente Ronny… Modesta “commedia balneare” intrecciata con i paradossi del viaggio nel tempo, che strappa qualche sorriso senza pretendere di restare nella memoria. Preceduta nel 1987 dalla pellicola Zärtliche Chaoten, girata con gli stessi protagonisti principali, priva di risvolti fantascientifici. Titoli internazionali: Lovable Zanies II, Three Crazy Jerks II.

Nel 2038, Frank (Thomas Gottschalk) e Xaver (Helmut Fischer), due frustrati impiegati dell’ufficio brevetti, sperimentano di nascosto il prototipo di una macchina del tempo parcheggiata in laboratorio da un inventore e, non potendo evitare che il guardiano notturno Ronny (Michael Winslow) si unisca al loro viaggio, partono a ritroso nel passato, fino all’estate del 1988, atterrando nelle isole Canarie, allo scopo di impedire che venga concepito il dottor Kneitz, l’arrogante e odiatissimo capoufficio. Convinti che la bella Sandy (Deborah Shelton: Blood Tide, Nemesis, Circuitry Man II: Plughead Rewired) sia la ragazza destinata a diventare madre di Kneitz, i due escogitano mille diavolerie per sbarazzarsi dei suoi numerosi corteggiatori (tra i quali c’è anche il palestrato David Hasselhoff: Baywatch), ma si accorgono troppo tardi di aver sbagliato persona e di non aver sorvegliato abbastanza l’intraprendente Ronny… Modesta “commedia balneare” intrecciata con i paradossi del viaggio nel tempo, che strappa qualche sorriso senza pretendere di restare nella memoria. Preceduta nel 1987 dalla pellicola Zärtliche Chaoten, girata con gli stessi protagonisti principali, priva di risvolti fantascientifici. Titoli internazionali: Lovable Zanies II, Three Crazy Jerks II.

Alguien te Está Mirando

Cinque studenti di medicina accettano di sottoporsi ai test della droga sintetica “CP-1” realizzata da una équipe di medici americani nei laboratori farmaceutici “Corman” (…un insistito quanto superficiale omaggio al regista Roger Corman…) per approfondire lo studio delle percezioni psichiche indotte con mezzi artificiali. I ragazzi interagiranno gli uni con gli altri mediante cavi e sensori applicati sul corpo e, tutti assieme, con un elaboratore elettronico che tradurrà in immagini le loro sensazioni; quando l’effetto del farmaco rivelerà tra gli studenti una mente predominante, gli altri saranno attivamente coinvolti nelle situazioni create da quel suo particolare stato d’animo. I medici che conducono l’esperimento non temono rischiosi effetti collaterali: in realtà, non hanno previsto la possibilità che il soggetto dominante tra i cinque ragazzi sia minato da profonde turbe psichiche… Fanta-orrorifico argentino realizzato con l’occhio rivolto alla produzione americana di serie B degli anni ’80, condito di erotismo, violenza, citazioni ed elementi surreali. Poco riuscito dal punto di vista artistico o dell’intrattenimento, nasce come progetto sperimentale di due giovani aspiranti registi e si concretizza più tardi in un vero e proprio tentativo della cinematografia indipendente argentina di bussare alle porte del mercato internazionale. Negli Stati Uniti, il film è conosciuto con il titolo Someone Is Hanging Around.

Cinque studenti di medicina accettano di sottoporsi ai test della droga sintetica “CP-1” realizzata da una équipe di medici americani nei laboratori farmaceutici “Corman” (…un insistito quanto superficiale omaggio al regista Roger Corman…) per approfondire lo studio delle percezioni psichiche indotte con mezzi artificiali. I ragazzi interagiranno gli uni con gli altri mediante cavi e sensori applicati sul corpo e, tutti assieme, con un elaboratore elettronico che tradurrà in immagini le loro sensazioni; quando l’effetto del farmaco rivelerà tra gli studenti una mente predominante, gli altri saranno attivamente coinvolti nelle situazioni create da quel suo particolare stato d’animo. I medici che conducono l’esperimento non temono rischiosi effetti collaterali: in realtà, non hanno previsto la possibilità che il soggetto dominante tra i cinque ragazzi sia minato da profonde turbe psichiche… Fanta-orrorifico argentino realizzato con l’occhio rivolto alla produzione americana di serie B degli anni ’80, condito di erotismo, violenza, citazioni ed elementi surreali. Poco riuscito dal punto di vista artistico o dell’intrattenimento, nasce come progetto sperimentale di due giovani aspiranti registi e si concretizza più tardi in un vero e proprio tentativo della cinematografia indipendente argentina di bussare alle porte del mercato internazionale. Negli Stati Uniti, il film è conosciuto con il titolo Someone Is Hanging Around.