LA CANZONE RUBATA

LA CANZONE RUBATA è un film del 1941, diretto da Max Neufeld, con Ciro Berardi e Anna Berni. Durata 85 minuti. Distribuito da MANENTI FILM.

Una ragazza, che vive con due sue amiche cercando alla meglio di sbarcare il lunario, poiché sa comporre musica, si presenta audacemente ad un editore proponendo la vendita di una sua canzonetta. Ma, per un fortuito incidente, la musica della ragazza viene scambiata con il valzer di un celebre, maestro; ed è senz’altro acquistata. Il maestro, quando si accorge dell’indelicatezza compiuta dalla fanciulla, finge di non saper nulla e, anzi, sostituisce addirittura con musica propria quella che la ragazza ha composto per una “rivista”, destinata, altrimenti, ad un fiasco solenne. La vicenda si conclude con un accordo nuziale tra i due concorrenti.”Buono ci è sembrato questo ultimo lavoro di Neufeld e (….) il film che ne risulta è vivo, scorrevole e ricco di una comicità basata oltre che sulle personali interpretazioni, anche sulle situazioni che si determinano. Una ottima distribuzione ed una veramente intelligente partecipazione di tutti gli attori ai vari ruoli hanno facilitato la buona riuscita di questo film (…)”. (G.Isani, “Cinema”, n. 123, 10/8/1941)

Kathleen

Kathleen è un film di genere commedia del 1941, diretto da Harold S. Bucquet, con Shirley Temple e Herbert Marshall. Durata 88 minuti.

Kathleen è una ragazzina di 12 anni che vive in una grande casa insieme alla sua tata e a due cameriere. Non ha più la mamma e suo padre John è fuori di casa tutto il giorno per lavoro. Kathleen sogna una famiglia come le altre e non vuole ammettere la sua solitudine, perciò inventa di avere una madre che le vuole bene e un padre affettuoso e presente. Per via delle sue bugie è sempre sola perché se qualche amico la andasse a trovarescoprirebbe che niente di ciò che racconta è vero. Quando anche la sua tata, Mrs. Farrell, parte per le vacanze estive, il padre assume una psicologa, la dottoressa Kent, per trascorrere l’estate insieme a Kathleen. La dottoressa conquista subito il cuore di Kathleen che la vorrebbe come madre al posto dell’antipatica fidanzata di suo padre, Lorraine, che lui vorrebbe sposare. Ma, come fare?

IL PONTE SULL'INFINITO

IL PONTE SULL’INFINITO è un film di genere commedia del 1941, diretto da Alberto Doria, con Nucci Bagnani e Roberto Bianchi. Durata 83 minuti. Distribuito da ICI.

La figlio di un celebre compositore si innamora di un suo compagno di conservatorio, direttore d’orchestra. Il giovane però non ricambia l’affetto per la ragazza e i due si lasciano. Egli viene in possesso casualmente di una composizione del padre di lei intitolata “Il ponte sull’infinito” e poiché il vecchio musicista è morto e la sua casa bruciata, egli si appropria dell’opera facendola figurare sua ed ottenendo un clamoroso successo che lo fa assurgere alla celebrità. Tornato nella sua città egli dirige il “Ponte sull’infinito” tra i suoi ex compagni di conservatorio, ma la ragazza che aveva aiutato il padre nella trascrizione dell’opera, riconosce immediatamente la musica paterna e sconfessa pubblicamente il disonesto musicista.IL FILM E’ STATO REALIZZATO NEL 1941, HA AVUTO UN NOTEVOLE RITARDO NELLA DISTRIBUZIONE, AVVENUTA SOLTANTO NELLA PRIMAVERA DEL 1943.