C'era una volta…

C’era una volta… è un film di genere commedia del 1982, diretto da Eric Weston, con John Cassavetes e Billy Dee Williams. Durata 110 minuti. Distribuito da MIKADO (1985) – MULTIVISION (COLLECTION).

Marvin Stewart, un cinquantenne vedovo di Atlanta, sbarca il lunario rivendendo le bottiglie raccolte nelle vie e nei giardini cittadini. Giusto in un parco, una sera Marvin trova un negretto dodicenne, Tige Jackson, che, abbandonato infante dal padre, ha ora improvvisamente perduto la madre e, solo e sconvolto, sta per suicidarsi. Marvin, che è persona generosa, porta Tige a casa sua, lo fa ragionare, lo rifocilla e se lo fa amico. Poco a poco, un saldo rapporto si stabilisce tra i due: Marvin rinuncerà a qualche bevuta di troppo e Tige comincerà la scuola. Ma il giorno in cui, per un malinteso gesto di orgoglio, il ragazzo se ne va e si riduce a passare una notte gelida sui gradini di una fontana beccandosi una polmonite, Marvin decide di reagire nel solo modo possibile. Già aveva tentato, dopo aver fortunosamente avuto l’indirizzo del padre di Tige, di convincerlo ad occuparsi del ragazzo, ricevendone tuttavia un rifiuto. Ora, di fronte a Tige in coma, l’uomo si ravvede e capisce quale sia il suo dovere. Così Tige avrà una vera e bella famiglia e Marvin tornerà a raccattare bottiglie, rinchiudendosi nella propria solitudine, ora ancor più avvertita ed amara. Ma Tige ha promesso a se stesso che ogni tanto verrà a far due chiacchiere con il suo vecchio, amatissimo amico…
“Film piuttosto lento, edulcorato e sempre in cerca di risultati gratificanti. Patetico, naturalmente, fino ai limiti fatali dello strappalacrime, ma ricco di buone intenzioni (inevitabili considerato l’argomento) e un po’ scontato, (oltre che assistito da una sceneggiatura un po’ sconnessa). Tuttavia, non abbiamo affatto l’intenzione di svalutarlo: il rapporto tra Marvin ed il negretto è positivo ed affettuoso e la storia centra l’obiettivo dei film natalizi, con i quali la lacrimuccia può ben scintillare tra i fili d’argento dell’albero e la cometa del presepe. Gran fortuna per il regista Eric Weston l’aver potuto contare sul Marvin di John Cassavetes e sul Tige di Gibran Brown: il primo ha saputo adattare ai tratti scavati e luciferini del suo viso (aduso a ben altri personaggi) la maschera del brav’uomo, solido in certi suoi principi morali e pronto a far del bene (…), mentre il negretto sprizza simpatia da tutti i pori., ha lo sguardo dolce ed intelligente e, per nostra fortuna, non ci propina smancerie (…). La vicenda è trattata in maniera più semplicistica che semplice, ma non si può mai lottare con successo contro i buoni sentimenti (e neppure contro colonne sonore tanto stucchevoli).” (‘Segnalazioni cinematografiche’, vol. 100, 1986)

Cambio di scuola

Cambio di scuola è un film di genere commedia del 1982, diretto da Nobuhiko Obayashi, con Satomi Kobayashi e Toshinori Omi. Durata 112 minuti.

Kazuo e Kazumi sono due studenti che per sopravvivere a terribili difficoltà scolastiche si affidano, in un tempio giapponese, all’intervento divino.
racconto di Hisashi Yamanaka

COMICHE DELL'ALTRO MONDO

COMICHE DELL’ALTRO MONDO è un film di genere commedia, fantascienza del 1982, diretto da Steven Paul, con Jerry Lewis e Madeline Kahn. Durata 82 minuti.

I coniugi Swain hanno due figli gemelli, a dir poco strabilianti. Fin da piccoli dimostrano scarsa intelligenza e durante il giorno si comportano da poppanti, ma quando arriva la notte, se sono vicini, in loro sembra svilupparsi una capacità intellettiva incredibile. Quello che nessuno sa è che in realtà i due fratelli sono degli extra-terrestri mandati sulla terra con il compito di fornire risposte alle domande degli uomini e risolvere i problemi del nostro mondo…
– NELLA VERSIONE ORIGINALE, LA VOCE DEL PADRE DEGLI ALIENI E’ DI ORSON WELLES.- PER LA VERSIONE DISTRIBUITA IN EUROPA, IL COMMENTO MUSICALE E’ STATO COMPOSTO DA MICHEL LEGRAND.

Can't Stop the Music

Can’t Stop the Music è un film di genere musicale del 1982, diretto da Hancy Walker, con Glenn Hughes e Randy Jones. Durata 102 minuti. Distribuito da MARTINO.

E’ la biografia, in parte attinta dal vero ed in parte romanzata, dei Village People, il famoso gruppo musicale nato dall’ala gay del Greenwich Village Jacques Morali, giovane commesso in un negozio di dischi, lascia il lavoro per seguire la sua vocazione di compositore. Aiutato da Samantha Simpson, famosa fotomodella, seleziona alcuni aspiranti cantanti bravi ed estrosi e giunge alla registrazione del magico “provino”. Difficoltà con i discografici, lezioni di ballo, “collocazione artistica” del gruppo: tutto serve a cementare meglio il complesso musicale che cresce decisamente di qualità. Finalmente una serie di shorts pubblicitari, con protagonista la stessa Samantha, diventa il decisivo trampolino di lancio dei Village People.