Para entrar a vivir

Mario e Clara, una giovane coppia alla ricerca di una casa, sotto una pioggia improvvisa, giungono in auto in una zona sperduta dove si trova un appartamento da visitare. La prima impressione è pessima, ma l’agente immobiliare, una donna inquietante, insiste e li invita a considerarne i vantaggi. È sufficiente un attimo, un istante, e Mario si ritrova colpito alla testa dalla donna. Clara, invece, riesce a fuggire lungo i corridoi bui dell’appartamento, che si rivelerà pieno di oscuri segreti.
La trama di Para entrar a vivir, è assolutamente di genere. La casa tetra sotto la pioggia, una donna pazza, e una coppia di presunte vittime. Lo sviluppo della storia è quindi un classico “gioco al massacro”, con molti colpi di scena, gran parte dei quali scontati. L’elemento interessante è comunque lo stile registico di Jaume Balaguerò, che in questo film, previsto in origine per la televisione (66 minuti di durata), utilizza la macchina da presa e il montaggio in modo originale, con riprese traballanti, ripetuti flashback, e repentini cambi di campo, che nella prima parte (la meno assurda), creano tensione e perdita dell’orientamento nello spettatore. In definitiva un esercizio di stile horror.

[x]

Mario e Clara, una giovane coppia alla ricerca di una casa, sotto una pioggia improvvisa, giungono in auto in una zona sperduta dove si trova un appartamento da visitare. La prima impressione è pessima, ma l’agente immobiliare, una donna inquietante, insiste e li invita a considerarne i vantaggi. È sufficiente un attimo, un istante, e Mario si ritrova colpito alla testa dalla donna. Clara, invece, riesce a fuggire lungo i corridoi bui dell’appartamento, che si rivelerà pieno di oscuri segreti.
La trama di Para entrar a vivir, è assolutamente di genere. La casa tetra sotto la pioggia, una donna pazza, e una coppia di presunte vittime. Lo sviluppo della storia è quindi un classico “gioco al massacro”, con molti colpi di scena, gran parte dei quali scontati. L’elemento interessante è comunque lo stile registico di Jaume Balaguerò, che in questo film, previsto in origine per la televisione (66 minuti di durata), utilizza la macchina da presa e il montaggio in modo originale, con riprese traballanti, ripetuti flashback, e repentini cambi di campo, che nella prima parte (la meno assurda), creano tensione e perdita dell’orientamento nello spettatore. In definitiva un esercizio di stile horror.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:



Tipo Server Qualità Lingua Aggiunto
Streaming openload.coHDITARECENTE
Streaming wstreamHDITARECENTE
Streaming nitroflareHDITARECENTE
Streaming uploadgigHDITARECENTE

Lascia un commento