The Backwoods – Prigionieri del bosco

1978, Spagna: il britannico Paul ha comprato casa tra le montagne dei Paesi Baschi. Convince la moglie Ines e una coppia di amici, Norman e Lucy, a trascorrervi le vacanze. Non l’avesse mai fatto. Il viaggio, iniziato tra furiose litigate, si trasforma in un incubo quando Paul e Norman scoprono, in un casolare che pare abbandonato in mezzo alla foresta, una bambina segregata e mutilata. Nel tentativo di salvarla devono, però, fare i conti con gli abitanti del posto che la tenevano rinchiusa. E la vacanza si trasforma in carneficina.
Opera prima del regista Koldo Serra, il film è un thriller ben congegnato e dimostra come si possa ancora avvincere il pubblico senza l’uso di effetti speciali. Serra, infatti, gioca in maniera sapiente con la suspense e sceglie un’ambientazione retrò che si rivela assai azzeccata. Conquista, così, lo spettatore tenendolo, ad ogni minuto che passa, sempre più sulla corda. E non è impresa facile visto l’intreccio semplice e, se vogliamo, nemmeno troppo originale.
Anche il finale è all’altezza benché sfumi nel vago lasciando aperta la strada a più interpretazioni. La tensione arriva al culmine e il dubbio serpeggia: Norman ha sparato o no? Ai posteri l’ardua sentenza, direbbe qualcuno.
Ottimo il cast con Gary Oldman, nei panni di Paul, uomo tutto d’un pezzo che non deve chiedere mai, e Paddy Considine che, invece, è Norman, l’amico inetto che nel finale ha un parziale riscatto. Brave anche se risultano antipatiche le due donne. Più che convincente anche Lluìs Homar, capo dei cattivi.

[x]

1978, Spagna: il britannico Paul ha comprato casa tra le montagne dei Paesi Baschi. Convince la moglie Ines e una coppia di amici, Norman e Lucy, a trascorrervi le vacanze. Non l’avesse mai fatto. Il viaggio, iniziato tra furiose litigate, si trasforma in un incubo quando Paul e Norman scoprono, in un casolare che pare abbandonato in mezzo alla foresta, una bambina segregata e mutilata. Nel tentativo di salvarla devono, però, fare i conti con gli abitanti del posto che la tenevano rinchiusa. E la vacanza si trasforma in carneficina.
Opera prima del regista Koldo Serra, il film è un thriller ben congegnato e dimostra come si possa ancora avvincere il pubblico senza l’uso di effetti speciali. Serra, infatti, gioca in maniera sapiente con la suspense e sceglie un’ambientazione retrò che si rivela assai azzeccata. Conquista, così, lo spettatore tenendolo, ad ogni minuto che passa, sempre più sulla corda. E non è impresa facile visto l’intreccio semplice e, se vogliamo, nemmeno troppo originale.
Anche il finale è all’altezza benché sfumi nel vago lasciando aperta la strada a più interpretazioni. La tensione arriva al culmine e il dubbio serpeggia: Norman ha sparato o no? Ai posteri l’ardua sentenza, direbbe qualcuno.
Ottimo il cast con Gary Oldman, nei panni di Paul, uomo tutto d’un pezzo che non deve chiedere mai, e Paddy Considine che, invece, è Norman, l’amico inetto che nel finale ha un parziale riscatto. Brave anche se risultano antipatiche le due donne. Più che convincente anche Lluìs Homar, capo dei cattivi.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:



Tipo Server Qualità Lingua Aggiunto
Streaming openload.coHDITARECENTE
Streaming wstreamHDITARECENTE
Streaming nitroflareHDITARECENTE
Streaming uploadgigHDITARECENTE

Lascia un commento