Hunter Killer – Caccia negli abissi

Il Tampa Bay, un sottomarino Hunter Killer della Marina statunitense, è disperso in acque russe: stava alle costole di un sommergibile sovietico con il quale giocava al gatto e al topo, e ora il Pentagono non sa se è stato distrutto o se i 110 uomini del suo equipaggio sono ancora in vita. Inoltre il Pentagono si preoccupa che la Russia abbia messo le mani sui sistemi riservati americani che erano custoditi a bordo. L’ammiraglio Charles Donnegan invoca l’attacco immediato, ma il retroammiraglio John Fisk vuole evitare a tutti i costi lo scoppio di un terzo conflitto mondiale, in questo spalleggiato dalla specialista dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale Jayne Norquist.
All’apparenza Hunter Killer – Caccia negli abissi è il più tradizionale dei film di guerra yankee: mascelle squadrate, sguardi fissi, frasi ad effetto, scene d’azione e di tensione, esplosioni e missioni impossibili. E il Capitano Glass è il più classico degli eroi americani: il cane sciolto refrattario all’establishment ma provvisto di infallibili istinti vitali e del necessario sangue freddo. A ben guardare però emergono alcuni elementi di novità: donne ai posti di comando (una in particolare, e a sorpresa) e nell’equipaggio dell’USS Arkansas; la scelta del Capitano di proporsi ai suoi uomini come “uno di loro”; una generale tendenza, da parte di comandanti militari, a condividere informazioni riservate, persino con il “nemico russo”; un’idea di mutuo soccorso, anche nei confronti di quel nemico, impensabile ai tempi di John Wayne. Il tema principale di Hunter Killer – Caccia negli abissi diventa dunque ciò che rende un leader meritevole di fiducia, e quali siano le sue responsabilità nei confronti dei sottoposti e della collettività. Laddove infatti l’ammiraglio anglosassone Donnegan si rivela un guerrafondaio dal grilletto facile, il retroammiraglio Fisk e la specialista Norquist (un uomo di colore e una donna) dimostrano vera intuizione politica, e il capitano Glass dà prova costante di un senso pratico che prescinde dalla retorica militarista e “sovranista” per andare dritto all’obiettivo: portare a casa la pelle dei suoi uomini ed evitare un’escalation bellica incontrollabile. Glass arriva al punto di tirare dalla sua parte il capitano russo Andropov dicendogli “noi siamo fratelli” e tributandogli rispetto e ascolto.
Anche la scelta del cast è interessante: se da un lato il ruolo del Capitano Glass è affidato al più prevedibile delle star d’azione, ovvero il granitico e inespressivo Gerald Butler, l’ammiraglio Donnegan è un inaspettato Gary Oldman in modalità Dottor Stranamore, il retroammiraglio Fisk è il rapper Common, e il capitano Andropov è l’attore svedese Michael Nyqvist, al suo ultimo ruolo prima della prematura scomparsa. È proprio Nyqvist il centro emotivo di un film per altri versi superficiale: il suo viso autenticamente sofferente dona alla storia uno spessore umano inatteso, il suo sguardo smarrito e allo stesso tempo consapevole contrasta adeguatamente con quello invariabilmente risoluto di Butler. Hunter Killer – Caccia negli abissi è un classico action movie all’americana con qualche sorpresa e qualche momento di genuina tensione, che si lascia vedere nonostante la prevedibilità della trama e l’implausibilità di molte scene. E il messaggio che comunica è che bisogna dubitare dei leader pronti a mettere mano alle armi senza prima riflettere. 

[x]

Anche la scelta del cast è interessante: se da un lato il ruolo del Capitano Glass è affidato al più prevedibile delle star d’azione, ovvero il granitico e inespressivo Gerald Butler, l’ammiraglio Donnegan è un inaspettato Gary Oldman in modalità Dottor Stranamore, il retroammiraglio Fisk è il rapper Common, e il capitano Andropov è l’attore svedese Michael Nyqvist, al suo ultimo ruolo prima della prematura scomparsa. È proprio Nyqvist il centro emotivo di un film per altri versi superficiale: il suo viso autenticamente sofferente dona alla storia uno spessore umano inatteso, il suo sguardo smarrito e allo stesso tempo consapevole contrasta adeguatamente con quello invariabilmente risoluto di Butler. Hunter Killer – Caccia negli abissi è un classico action movie all’americana con qualche sorpresa e qualche momento di genuina tensione, che si lascia vedere nonostante la prevedibilità della trama e l’implausibilità di molte scene. E il messaggio che comunica è che bisogna dubitare dei leader pronti a mettere mano alle armi senza prima riflettere. 

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:



Tipo Server Qualità Lingua Aggiunto
Streaming openload.coHDITARECENTE
Streaming wstreamHDITARECENTE
Streaming nitroflareHDITARECENTE
Streaming uploadgigHDITARECENTE

Lascia un commento