Si può fare

Si può fare è un film di genere commedia, drammatico del 2008, diretto da Giulio Manfredonia, con Claudio Bisio e Anita Caprioli. Uscita al cinema il 31 ottobre 2008. Durata 111 minuti. Distribuito da Warner Bros. Pictures Italia.

Nello, un imprenditore milanese che ha perso la propria posizione, si ritrova a dirigere una cooperativa di ex pazienti di ospedali psichiatrici, dopo l’entrata in vigore della legge Basaglia. Credendo fortemente nella dignità del lavoro, Nello spinge ogni socio della cooperativa a imparare un mestiere per sottrarsi alle elemosine dell’assistenza, inventando per ciascuno un ruolo incredibilmente adatto alle sue capacità ma finendo per scontrarsi con inevitabili quanto umanissime e tragicomiche contraddizioni.

Involuntary

Cinque episodi intrecciati. Storie di tragicomica quotidianit? che mettono a fuoco i condizionamenti sociali a cui ? sottoposto l’individuo. Camera fissa, lunghi piani sequenza e profondit? di campo sono scelte stilistiche funzionali all’osservazione delle dinamiche del gruppo.

Che Quarant?anni dopo

Ernesto ‘Che’ Guevara guerrillero heroico, come il titolo della fotografia di Alberto Korda che ha trasformato il suo volto in un’icona: Cuba, la rivoluzione da esportare in paesi come il Congo e la Bolivia, la tragica scomparsa, avvenuta il 9 ottobre 1967, esattamente cinquant’anni fa. Il Che nel ricordo di Pombo e Urbano (al secolo Harry Villegas e Leonardo Tamayo), due ragazzi da lui svezzati durante la rivoluzione cubana, che lo hanno accompagnato in Congo e in Bolivia.

Franco Cristaldi e il suo cinema paradiso

Di Franco Cristaldi parlano i chilometri di pellicola prodotti in tanti anni di passione e impegno che, a partire dagli Anni Cinquanta, raccontano la storia del miglior cinema italiano ed europeo. Premiato con i più prestigiosi riconoscimenti internazionali a Cannes, Venezia e Hollywood, Cristaldi soleva dire che “ogni film deve essere un prototipo”, per questo ha sperimentato percorsi diversificati, esplorando temi e storie in cui i generi si mescolano e si rincorrono, senza mai sconfinare nella ripetitività generata dal successo e dal mercato.

Di Franco Cristaldi parlano i chilometri di pellicola prodotti in tanti anni di passione e impegno che, a partire dagli Anni Cinquanta, raccontano la storia del miglior cinema italiano ed europeo. Premiato con i più prestigiosi riconoscimenti internazionali a Cannes, Venezia e Hollywood, Cristaldi soleva dire che “ogni film deve essere un prototipo”, per questo ha sperimentato percorsi diversificati, esplorando temi e storie in cui i generi si mescolano e si rincorrono, senza mai sconfinare nella ripetitività generata dal successo e dal mercato.