Bumblebee in streaming altadefinizione

Film del 2017

  • Stampa
  • Email
  • [x]
  • Video
Bumblebee
  Valutazione film 3.5

Bumblebee, il film diretto da Travis Knight, segue la storia dell'Autobot che abbiamo conosciuto nei precedenti film dei Transformers.
Il film è ambientato nel 1987 quando, in fuga dal pianeta Cybertron dove impera la guerra con i Decepticon, Bumblebee trova rifugio in una discarica in una piccola città balneare della California. Charlie (Hailee Steinfeld), alla soglia dei 18 anni e alla ricerca del suo posto nel mondo, scopre Bumblebee sfregiato dalle battaglie e inutilizzabile, ma ancora sotto forma di un grazioso Maggiolino giallo.
La ragazza non ha alcuna idea che sta portando nel garage di casa sua un robot alieno.
Quando Bumblebee si rivela, tra loro nasce un'inaspettata amicizia che sarà messa a dura prova dall'Agente Burns (John Cena) e dal governo americano, alleatosi con i Decepticons per rintracciare questo Autobot giallo che apparentemente rappresenta una minaccia per tutti. Il film è sia uno spin-off della saga dei Transformers sia un prequel che ci permette di scoprire come Bumblebee abbia perso la voce e sia costretto a esprimersi captando le trasmissioni satellitari. Il look anni 80 richiama direttamente i Transformers così come li abbiamo conosciuti all'epoca, con la serie animata e i giocattoli.


Bumblebee, oltre a essere il titolo di questo lungometraggio, è ovviamente il nome del più amato (e forse più identificabile) dei robot alieni Transformers. Nato come i suoi cinque principali colleghi nel 1984 da mamma Hasbro, quando non assume le sue fattezze robotiche, Bumblebee è una Chevrolet, di vari modelli a seconda dei casi. La particolarità del personaggio sta nella sua eroica gentile disponibilità e dalla sua sensibilità, che lo differenziano sia dalla solennità di un Optimus Prime, sia dall'infantilismo eccessivo dei Transformers più chiassoni: già nei precedenti lungometraggi dal vero stabiliva un rapporto di amicizia particolare con Sam (Shia LaBeouf), quindi si è deciso di partire da lui per un nuovo approccio alla versione cinematografica di questo franchise sempreverde.
Voci di un sesto Transformers previsto per il 2018 sono iniziate già nel 2016, ma soltanto qualche mese dopo si seppe che non si trattava di un capitolo ulteriore della saga di Michael Bay, bensì di uno spin-off. Non solo: nelle intenzioni Bumblebee è anche un prequel delle vicende narrate in Transformers (2007), Transformers: La vendetta del caduto (2009), Transformers 3 (2011), Transformers 4 - L'era dell'estinzione (2014) e Transformers - L'ultimo cavaliere (2017). In effetti nel primo lungometraggio Sam scopriva l'esistenza dei robottoni quando la Chevrolet che il padre gli aveva appena regalato si rivelava essere il buon Bumblebee.
Sulle prime intitolato Transformers Universe: Bumblebee, il film nel novembre del 2017 è stato ribattezzato semplicemente "Bumblebee". L'idea di non insistere troppo sul marchio è forse arrivata dopo l'inaspettata frenata al botteghino dell'Ultimo cavaliere, che ha totalizzato incassi quasi dimezzati rispetto a L'era dell'estinzione (si può anche dire che si sia salvato dal flop grazie all'exploit sul mercato cinese).
Il cambio di direzione appare evidente, a partire da una protagonista femminile come Hailee Steinfeld, l'opposto della donna-trofeo in stile Victoria's Secret della gestione Bay, per finire con la scelta di un regista come Travis Knight, sensibile animatore e regista di stop-motion alla Laika: suo l'ottimo recente Kubo e la spada magica.



Altro in questa categoria: « Dark Web Gotham City Sirens »
Questo sito offre un semplice servizio di catalogamento. Ogni opera audio visiva elencata in questo sito è inserita in altri siti (Speedvideo (off-line).com, Veoh.com, download ecc..) e quindi non messa da noi. Ogni link ad opere dell’ingegno qui presente è reperibile tramite un qualsiasi motore di ricerca ed inoltre il materiale audio visivo (film in streaming e serie tv) per quanto ci concerne è autorizzato ad essere trasmesso dagli stessi siti che ne mettono a disposizione lo streaming e qualora così non fosse è responsabilità degli stessi siti di streaming cancellare il materiale protetto dalla vigenti norme sul diritto d’autore. Il nostro, in conclusione, è un semplice servizio di catalogamento di link verso materiale audio-visivo che non viola in alcun modo le leggi vigenti del nostro paese. Qualora siate convinti del contrario vi preghiamo di contattarci e di segnalare la legge e il\gli articolo\i secondo i quali il nostro non sarebbe un servizio regolare.