Maestri di Musica

Leopoldo Fregoli (1867-1936), trasformista di fama internazionale, ripreso dagli operatori Lumière perfino “en travesti” in una Danse serpentine, è stato l’unico uomo di spettacolo non solo in grado di gestire (con la probabile assistenza di Luca Comerio) il Cinématographe prima che fosse messo in vendita ma anche legittimato a cambiarne il nome. Il “Fregoligraph” divenne così complemento di programma nei suoi spettacoli almeno fino al 1904. In brevi comiche anche dal vero (Pere cotte) che replicano le gag classiche di ogni prima volta al cinema. Con le “scene a trucco” di sapore meliesiano (Fregoli prestigiatore, arricchito da colorazioni perfino astratte che enfatizzano con ulteriori puntini colorati i petali dei fiori che si materializzano magicamente nelle sue mani). Con la replica di alcune trasformazioni arditamente in “primo piano” (Maestri di musica). Ma l’intuizione più straordinaria di un cinema altrimenti usuale rispetto all’epoca (macchina fissa, scenografie allestite all’aperto) è il disvelamento della dinamica dei suoi spettacoli. L’affidare, cioè, alla ormai possibile e perentoria riproduzione del reale la cronaca spicciola degli aiutanti che lo spogliano e lo rivestono con quei costumi preconfezionati anche negli accessori per fargli assumere in un istante una diversa personalità. Fregoli trasformista e Dietro le quinte I e II, proiettati sul palcoscenico alla fine dei suoi numeri dal vero, diventano la controprova oggettiva, ma proprio per questo ancora più magica, dell’abilità del grande attore. La scansione cronologica, basata su notizie ed analisi dei film, è stata messa a punto da Adriano Aprà. – CM

[x]

Leopoldo Fregoli (1867-1936), trasformista di fama internazionale, ripreso dagli operatori Lumière perfino “en travesti” in una Danse serpentine, è stato l’unico uomo di spettacolo non solo in grado di gestire (con la probabile assistenza di Luca Comerio) il Cinématographe prima che fosse messo in vendita ma anche legittimato a cambiarne il nome. Il “Fregoligraph” divenne così complemento di programma nei suoi spettacoli almeno fino al 1904. In brevi comiche anche dal vero (Pere cotte) che replicano le gag classiche di ogni prima volta al cinema. Con le “scene a trucco” di sapore meliesiano (Fregoli prestigiatore, arricchito da colorazioni perfino astratte che enfatizzano con ulteriori puntini colorati i petali dei fiori che si materializzano magicamente nelle sue mani). Con la replica di alcune trasformazioni arditamente in “primo piano” (Maestri di musica). Ma l’intuizione più straordinaria di un cinema altrimenti usuale rispetto all’epoca (macchina fissa, scenografie allestite all’aperto) è il disvelamento della dinamica dei suoi spettacoli. L’affidare, cioè, alla ormai possibile e perentoria riproduzione del reale la cronaca spicciola degli aiutanti che lo spogliano e lo rivestono con quei costumi preconfezionati anche negli accessori per fargli assumere in un istante una diversa personalità. Fregoli trasformista e Dietro le quinte I e II, proiettati sul palcoscenico alla fine dei suoi numeri dal vero, diventano la controprova oggettiva, ma proprio per questo ancora più magica, dell’abilità del grande attore. La scansione cronologica, basata su notizie ed analisi dei film, è stata messa a punto da Adriano Aprà. – CM

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:



Tipo Server Qualità Lingua Aggiunto
Streaming openload.coHDITARECENTE
Streaming wstreamHDITARECENTE
Streaming nitroflareHDITARECENTE
Streaming uploadgigHDITARECENTE

Lascia un commento