La principessa del Monte Ledang

Non è motivo d’imbarazzo essere completamente ignoranti riguardo al cinema malese, considerato che Puteri Gunung Ledang è di fatto il primo film malese ad essere distribuito in maniera capillare fuori dai confini del paradiso tropicale del sudest asiatico. La Enfiniti Productions debutta in grande stile, coinvolgendo Gil Rossellini (figlio di Roberto) nella realizzazione di un vero e proprio kolossal. Nella tradizione delle mega-produzioni asiatiche, La principessa… è un pout-pourri di generi che offre meravigliosi panorami naturalistici, avventure picaresche, duelli a colpi di Silat (l’arte marziale malese) intrisi di effetti speciali e, su ogni altra cosa, una mielosa storia d’amore. Il film reinterpreta un antico mito della tradizione malese, quello della principessa Puteri e del suo amato principe-genio, che vissero un amore senza tempo confinati sul monte Ledang (meglio noto oggi come Ophir). Nel film la Principessa è costretta a sposare, per interessi politici, il sultano del regno di Melaka. La bella Puteri è però innamorata, ricambiata, dell’ammiraglio Hang Tuah, fedele suddito del principe fratello di lei. Non potendo immaginare di darsi ad un altro, Puteri preferisce l’esilio al matrimonio forzato. La suggestiva e variegata fotografia, aiuta a tenere alta l’attenzione anche quando il film scivola in una interminabile e zuccherosa celebrazione dell’amore eterno, elemento che annoierà i più, ma che probabilmente scioglierà in lacrime le anime più romantiche, e non solo quelle malesi. La protagonista, moglie del Ministro dell’Educazione, non sembra all’altezza della situazione, e si inserisce nel novero degli elementi dannosi alla riuscita di un film che, comunque, è abbondantemente godibile.

[x]

Non è motivo d’imbarazzo essere completamente ignoranti riguardo al cinema malese, considerato che Puteri Gunung Ledang è di fatto il primo film malese ad essere distribuito in maniera capillare fuori dai confini del paradiso tropicale del sudest asiatico. La Enfiniti Productions debutta in grande stile, coinvolgendo Gil Rossellini (figlio di Roberto) nella realizzazione di un vero e proprio kolossal. Nella tradizione delle mega-produzioni asiatiche, La principessa… è un pout-pourri di generi che offre meravigliosi panorami naturalistici, avventure picaresche, duelli a colpi di Silat (l’arte marziale malese) intrisi di effetti speciali e, su ogni altra cosa, una mielosa storia d’amore. Il film reinterpreta un antico mito della tradizione malese, quello della principessa Puteri e del suo amato principe-genio, che vissero un amore senza tempo confinati sul monte Ledang (meglio noto oggi come Ophir). Nel film la Principessa è costretta a sposare, per interessi politici, il sultano del regno di Melaka. La bella Puteri è però innamorata, ricambiata, dell’ammiraglio Hang Tuah, fedele suddito del principe fratello di lei. Non potendo immaginare di darsi ad un altro, Puteri preferisce l’esilio al matrimonio forzato. La suggestiva e variegata fotografia, aiuta a tenere alta l’attenzione anche quando il film scivola in una interminabile e zuccherosa celebrazione dell’amore eterno, elemento che annoierà i più, ma che probabilmente scioglierà in lacrime le anime più romantiche, e non solo quelle malesi. La protagonista, moglie del Ministro dell’Educazione, non sembra all’altezza della situazione, e si inserisce nel novero degli elementi dannosi alla riuscita di un film che, comunque, è abbondantemente godibile.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating / 5. Vote count:



Tipo Server Qualità Lingua Aggiunto
Streaming openload.coHDITARECENTE
Streaming wstreamHDITARECENTE
Streaming nitroflareHDITARECENTE
Streaming uploadgigHDITARECENTE

Lascia un commento